Il Presidente ed il Consiglio Direttivo dell’A.S.D. Compagnia Arcieri Lodigiani, dopo appropriato confronto in Assemblea con gli Associati e con i Volontari

VISTI i decreti legge per l'emergenza COVID 19 tutt'ora in corso;
VISTE le procedure per la prevenzione e la protezione dal contagio pandemico Covid-19 diramate dalla Federazione Italiana Tiro con l’arco;
VISTE le comunicazioni inviate alle società sportive dal comitato regionale Fitarco Lombardia;
CONSAPEVOLE della delicata situazione e della necessità di garantire i migliori standard di sicurezza per il contenimento del virus Pandemico Covid-19
RIAPRE, da Domenica 04 Ottobre 2020, le attività INDOOR ai propri associati, stabilendo la necessità di approvare e attuare il seguente regolamento / vademecum specifico di comportamento per l’accesso e l’utilizzo delle strutture, nonchè la gestione delle sessioni di allenamento.

Come comunicato a tutti gli associati, per permettere la fine dei lavori presso la Nostra sede, nel mese di ottobre trasferiremo le attività in campi provvisori situati nella Nostra provincia.
Il seguente regolamento prende validità sin da oggi, e si attuerà in ogni struttura a Nostra disposizione.


REGOLAMENTO VALIDO FINO A NUOVA COMUNICAZIONE DA PARTE DEL PRESIDENTE E DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

1) L’accesso alla struttura dovrà avvenire in modo scaglionato, evitando situazioni di assembramento e con l’osservanza della “distanza sociale” di almeno 2,00 metri. A tal proposito sarà istituita una procedura di prenotazione, su turni definiti con giusto anticipo e resi Noti volta per volta a tutti gli Associati.


2) L’accesso alla struttura non è consentito se si ha il sospetto o se si provano sintomatologie riconducibili potenzialmente al virus pandemico Covid-19 (forte senso di spossatezza, dolori muscolari di origine non nota, temperatura corporea pari o superiore a 37,5° gradi centigradi.


3) Il campo e le attrezzature saranno periodicamente sanificati a cura di Volontari che hanno dato la loro disponibilità. Tali Responsabili avranno compito di organizzare il turno nel rispetto di quanto qui indicato. Al bisogno, i suddetti Volontari richiameranno e/o allontaneranno dal campo di tiro i trasgressori.


4) Le persone che potranno accedere al campo saranno unicamente le seguenti:

• Responsabile del turno (tirante)
• Dirigente ove necessario (non tirante)
• Tecnico ove necessario (non tirante)
• Atleta (tirante)
• № 1 Accompagnatore per atleta Minorenne e/o disabile (non tirante)

5) E’ fatto obbligo agli associati / accompagnatori / Ospiti la sottoscrizione delle presenti regole, indicando chiaramente NOME / COGNOME / DATA FIRMA a margine del presente documento.


6) Le violazioni al presente regolamento, da parte di un Atleta o di un Responsabile, comporteranno l’immediato termine della sessione di allenamento e l’impossibilità di presentarsi a turni successivi. E' compito dei Responsabili così come degli Atleti, segnalare tempestivamente eventuali violazioni. Ulteriori provvedimenti saranno poi Valutati dal Consiglio direttivo.


7) La capienza massima del Campo, determinata dal numero di batti-freccia installati secondo le direttive emanate dalla Federazione, è pari a №2 atleti per paglione (sala grande) e di №1 atleti per paglione (sala piccola); Sulla linea di tiro potranno tirare contemporaneamente №1 atleta per paglione, distanziando quindi le persone con un interasse pari a 2.00 metri.


8) All’ingresso al campo, il Responsabile farà firmare i documenti, sanificare le mani, ed indicherà un area (tavolino/sedia) dedicata al singolo Atleta per lasciare la propria Borsa/Attrezzatura. Sarà cura dell’Atleta usare il solo spazio a lui dedicato, rispettando le aree dedicate agli altri Associati. Le operazioni di montaggio dovrà essere effettuata dal singolo atleta, fatta salva l’esigenza di assistenza per persone non autosufficienti, sotto l’osservanza del punto precedente. Sarà cura dell'Atleta, una volta liberato il piano di utilizzo, la sanificazione del suo spazio in vista del turno successivo;


9) Nel caso di attrezzi di proprietà dell’associazione sportiva fornita in comodato temporaneo ai soci (archi, frecce, faretre ecc.), deve essere assicurata la pulizia, a cura del socio a cui sono state affidate, all’inizio e al termine dell’utilizzo.

10) Ogni sessione di tiro (volee) vede capienza di №2 atleti per ogni batti-freccia; I tiratori dovranno alternarsi sulla linea di tiro seguendo le normali direttive di gara:

  • il tempo massimo previsto di tiro per ogni volee è pari a 2 minuti.
  • Non vi è limite di frecce, a patto di liberare la linea di tiro entro al tempo sopra indicato.
  • Gli atleti non potranno tirare sulla medesima targa;
  • In caso l’atleta davanti termini anticipatamente la propria volee, si dovrà comunque aspettare che tutta la linea sia sgombra;
  • La divisione dei turni ed i fischi dei tempi sono a cura e carico del Responsabile in turno.


11) Qualsiasi figura (Atleta/Tecnico/Responsabile ecc.), all’infuori dell’Atleta in turno sulla linea di tiro, ha obbligo di mascherina nonché di osservanza delle norme sul “distanziamento sociale” pari a 2.00 metri.


12) Le operazioni di recupero delle frecce dovranno avvenire seguendo le seguenti procedure:

• Riportare l’arco dietro la linea di attesa, ben distanziato dall’attrezzatura del compagno di paglione.
• Obbligo di indossare la mascherina e guanti monouso obbligatorio solo sulla mano che tocca il paglione/targa)
• L’estrazione delle frecce dal batti-freccia va effettuato singolarmente da ogni atleta; l’eventuale compagno di tiro deve attendere il suo turno di estrazione osservando il “distanziamento sociale” di 2,00 m.

13) Si richiede l’utilizzo di guanti monouso per eventuali passaggi di materiale (sportivo o meno), o in alternativa di disinfettare il suddetto materiale con apposita soluzione alcolica prima del passaggio stesso.


14) Le operazioni di smontaggio dell’attrezzatura dell’atleta deve avvenire con le medesime modalità e osservanza del montaggio, indicato al punto №8 e 9. Sarà a cura dell'Atleta, una volta liberato il piano utilizzato, la sanificazione del suo spazio in vista del turno successivo.


15) Saranno istituite delle aree di rispetto ben visibili per:

• Ingresso
• Area individuale di sistemazione dell’Attrezzatura
• Dirigenti ed accompagnatori
• Tecnici ed Atleti in attesa del proprio turno di tiro (linea di Attesa/linea Archi)

In ogni caso non sono ammissibili assembramenti.


16) Valgono tutt’ora, in quanto compatibili, tutte le norme di sicurezza previste dalla normativa federale, nonché quelle del regolamento del campo.


17) Il Presidente ed il Consiglio Direttivo si riserva ogni possibile successiva modifica o restrizione all’uso della struttura che si dovesse rendere necessaria in caso di ripetute violazioni alle norme igieniche e di sicurezza da parte degli associati, e/o nel caso di nuove disposizioni Nazionali, Regionali Federali.

Il Presidente

Renato Ballerini